Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti.

Premessa

La rilevanza odierna (ma anche passata) di un’ ottica legale nell’ambito delle attività d’impresa è indiscutibile. Appare evidente come quotidianamente le organizzazioni operanti in tutti i settori economici debbano confrontarsi con adempimenti e obblighi normativi sempre più esigenti e vincolanti. La gestione ordinaria, e non solo quella straordinaria, di un’ organizzazione necessita di un affiancamento di competenze giuridiche che permettano un inquadramento corretto della problematica finalizzato alla migliore risoluzione della questione.

E’ naturale che detta attività esercitata preventivamente, soprattutto al verificarsi di un problema, ne riduce l’onerosità che comporta l’intervento straordinario e emergenziale; ciò non toglie che, purtroppo spesso, le organizzazioni si trovino a fronteggiare le questioni solo a seguito del verificarsi di un evento indesiderato di rilevanza amministrativa o, a volte, penale. La valenza della attività di affiancamento giuridico non cambia in quanto è in ogni caso utile (se non essenziale) a districare il problema e a relativizzarlo nei suoi effettivi ambiti senza lasciare che siano solo le emozioni a gestire le situazioni.

Per essere più concreti si pensi alle conseguenze che possono coinvolgere le aziende a seguito di un episodio infortunistico, oppure si pensi ai casi in cui un’impresa debba affrontare la questione delle responsabilità per le tematiche relative alla salute e sicurezza, a una contaminazione dell’ambiente, a un accertamento di tipo amministrativo, oppure ancora la valutazione di rischio in relazione alla normativa di cui al D.Lgs. 231/01 sulla Responsabilità Amministrativa ecc...

La nostra società, dal 1971, svolge attività di supporto alle imprese in merito a numerose tematiche; tra esse ad esempio: la gestione della la salute e sicurezza sul lavoro, dell’ambiente, le analisi di laboratorio, la medicina sul lavoro, la formazione, i sistemi di gestione e molto altro e spesso garantendo l’affiancamento concreto a gestioni di rilevanza amministrativa-penale. Sotto questo punto di vista la nostra società, seppur già impegnata ad affiancare le imprese anche al fine di provvedere ai corretti adempimenti richiesti dalla normativa, ritiene utile, nell’ottica di un continuo miglioramento, offrire ai propri clienti un ulteriore miglioramento del supporto di tipo giuridico in particolare per la risoluzione di problematiche che per le organizzazione assumono valore strategico.

RUOLI E RESPONSABILITÀ

supporto nella definizione delle nomine, deleghe, comunicazioni

Sempre più frequentemente episodi infortunistici, anche non gravi, costringono le aziende a doversi confrontare con conseguenze penali che arrivano a coinvolgere anche i vertici della società (che in molti casi erano del tutto ignari delle responsabilità e degli obblighi che la normativa sulla sicurezza del lavoro imponeva loro).

Stiamo parlando ad esempio della doverosità di una corretta individuazione della figura del Datore< di Lavoro (indipendentemente dalla tipologia societaria e dalle dimensioni dell’impresa) ai sensi dell’art. 2 del D.Lgs. 81/08, nonché dell’opportunità (qualora possibile) di dare vita a deleghe di funzione in accordo con la normativa precedentemente citata. Attraverso un confronto con le funzioni di riferimento dell’organizzazione, eventualmente in sinergia con l’ufficio legale interno delle aziende, siamo in grado di chiarire, attraverso la nostra esperienza e la giurisprudenza in essere, gli aspetti problematici e offriamo le indicazioni documentali idonee alla predisposizione degli atti ufficiali delle società; partendo dal vertice (Datore di Lavoro), attraverso le figure Responsabili, sino ad arrivare alle comunicazioni richieste dalla normativa per i preposti e i lavoratori.

Si rimarca l’importanza della tematica in quanto, troppo spesso nella nostra esperienza, notiamo come le aziende trattino detti argomenti con eccessiva sottovalutazione e giungano a predisporre atti inidonei a raggiungere lo scopo o ancora peggio rimangono del tutto ferme quando invece la normativa (Testo Unico Sicurezza) ormai da tempo conferisce ampie opportunità di intervento. E’ perciò fondamentale un corretto approccio al caso critico al fine di evitare attività che potenzialmente possono risultare controproducenti per le aziende.

Mettiamo perciò a disposizione la nostra esperienza pluriennale attraverso un servizio giuridico di supporto in grado di fornirvi le indicazioni utili ad affrontare nel miglior modo possibile il tema dei ruoli e responsabilità aziendali di rilevanza strategica. Un capitolo innovativo e spesso trascurato dalle organizzazione è proprio quello della corretta definizione del rapporto con gli enti di Ispezione ed in particolare cosa e come comunicare, quale documentazione ed in che modo fornirla, dovere di comunicazione e collaborazione ed errore di comunicazione e collaborazione....

RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI

ex D.Lgs. 231/01

Al verificarsi di infortuni che abbiano causato al lavoratore una lesione grave (prognosi superiore ai 40 giorni), o a fronte di non corrette gestioni ambientali, o a fronte della molteplicità dei reati di cui le aziende risultano potenzialmente esposte alle conseguenze previste dal D.Lgs. 231/01 qualora risulti presente una “colpa in organizzazione”. Da qui la necessità per le aziende di dotarsi di un Modello Organizzativo e di un Organismo di Vigilanza al fine di evitare, anche, pesantissime conseguenze sanzionatorie:

_Economiche: fino ad 1.500.000 €
_Interdittive: per i casi più gravi
       
es. infortunio mortale:
interdizione dall’esercizio dell’attività,
divieto di contrattare con la pubblica
amministrazione, revoca di autorizzazioni,     
concessioni, licenze, ecc...

Già da molti anni offriamo un valido supporto alle imprese relativamente alla tematica di cui alla responsabilità amministrativa delle organizzazioni affiancandole nel Risk Assessment 231 e nella partecipazione a OdV. Nell’ottica di un miglioramento dell’offerta ai clienti riteniamo necessario fornire ulteriori attività di completamento andando a verificare per le società tutto il complesso dei reati previsti dalla normativa e gli eventuali rischi di incorrere nella responsabilità.

A seguito dell’audit la nostra organizzazione è in grado di fornire l’ulteriore operazione di implementazione del Modello di Organizzazione e Gestione nonché le competenze necessarie allo svolgimento dell’attività di Organismo di Vigilanza previsto dal Decreto relativamente a tutti i reati previsti. In particolare si sottolinea l’importanza della gestione della Salute e Sicurezza e recentemente della tematica ambientale in quanto dall’Agosto del 2011 sono stati introdotti alcuni illeciti riguardanti questa materia ( es. gestione rifiuti, emissioni in atmosfera, inquinamento suolo, sottosuolo acque superficiali ecc..) tra quelli che possono dare vita alla responsabilità amministrativa dell’ente.

DUE DILIGENCE

Nell’ambito delle attività finanziarie e commerciali odierne appare sempre più necessario un approccio complessivo ai potenziali problemi, non finalizzando gli accordi contrattuali solo ad un corretto
inquadramento economico. Stante la cospicua normativa vigente, appare doveroso verificare quali conseguenze possa avere un contratto anche per argomenti spesso ritenuti di secondo piano. Si pensi ai casi di compravendita di terreni, capannoni, stabili produttivi, attività in essere ecc.. ove risulta necessario andare a disciplinare le questioni attinenti la normativa ambientale, la corretta valutazione di eventuali passività (più o meno note) e quella sulla sicurezza del lavoro.


Anche in relazione a questi argomenti mettiamo a disposizione la nostra esperienza al fine di supportare le imprese per un corretto inquadramento delle questioni critiche che potrebbero determinare conseguenze rilevanti per le imprese. L’attività si concretizza in una valutazione di supporto ove si andranno a mettere in luce le rischiosità presenti per le tematiche ambientali e di salute e sicurezza sul lavoro che necessitano di essere prese in carico in quanto potenzialmente in grado di avere risvolti di responsabilità sia civili che penali. La valutazione potrà svolgersi in via preventiva (nell’ottica di supporto alla corretta comprensione dei rischi potenziali) oppure successivamente alla stipula (nell’ottica di chiarimento delle responsabilità acquisite).

AUDIT DI CONFORMITÀ

NOMINE/RESPONSABILITÀ

Attraverso un supporto giuridico siamo in grado di entrare nel merito delle scelte organizzative e attraverso una valutazione della documentazione ufficiale della società (Visura camerale, verbali CdA, deleghe, ecc...) siamo in grado di effettuare un’analisi sullo stato di applicazione effettivo e proporre gli interventi opportuni al fine di rendere sostanziale quando formalizzato nei documenti societari.

L’attività continua nell’affiancamento qualificato alle organizzazioni (siano esse pubbliche siano private) nella predisposizione della documentazione necessarie a supportare correttamente ed in modo preventivo eventuali indagini volte a individuare funzioni dedicate, ruoli e responsabilità formali ed effettive anche al fine di ridurre la possibilità di “risalite” e “solidali” di responsabilità giudiziarie. In particolare la completa valutazione del ruolo del Consiglio di Amministrazione, la possibile individuazione di soggetti Delegati, la individuazione effettiva del datore di lavoro, la possibilità e la correttezza di deleghe e sub deleghe. I progetti disposti, e già sperimentati con successo in diverse organizzazioni, hanno consentito di definire puntualmente responsabilità e ruoli della struttura gerarchica e in modo parallelo della struttura funzionale.

FORMAZIONE

La formazione in ambito giuridico riveste in genere un carattere “pesante” e “noioso” contrariamente alla importanza ed alla attenzione che tali argomenti dovrebbero porre.

E’ attenzione nostra nello strutturare progetti formativi attingere alle seguenti “colonne” Presupposto giudiziario, con attenzione alle sentenze ad oggi presenti in funzione dello loro importanza giuridica (dal Tribunale alla Cassazione) Esperienza in campo a fronte di situazioni/ occasioni gestite direttamente dalla nostra struttura in occasione di eventi significativi. E’ nostra attenzione valorizzare durante la formazione le esperienze positive con attenzione precauzionale comunque, anche ai limiti particolarmente “severi” e/o “chiusi” degli interventi della magistratura.

Corsi

(viene solo riportato il percorso generale):

Amministratori:
ruoli, responsabilità, deleghe
e Modelli Organizzativi
Responsabili e Dirigenti:
compiti, deleghe e gestione delle ispezioni,
analisi degli eventi e piani di azione

Preposti:
compiti e responsabilità di vigilanza,
comunicazione
Responsabili ed Addetti
Servizi di Prevenzione e Protezione:
efficacia del ruolo consulenziale
e responsabilità solidali
Direzioni personale:
gestione delle responsabilità
e dei meccanismi sanzionatori
e loro importanza
Direzioni acquisti:
Gestione degli acquisti di attrezzature
e impianti, marcatura CE, affido e capitolati,
ruolo dell’appaltatore e del committente.

DOVE

Sicurezza e Salute
_Perizie a seguito di infortuni
_Indagini Amministrative e giudiziarie
_Indagini a fronte Patologie Professionali
_Gestione delle Informazioni
e delle Comunicazioni “sensibili” sui lavoratori
_Gestione degli appalti e dei capitolati
Ambiente
_Episodi di inquinamento sottosuolo e suolo
_Indagini Amministrative (ARPA, Comuni....)
_Indagini giudiziarie (ARPA, Magistratura, Enti Consorzi...
Gestionali
_Definizione strutturazione deleghe responsabilità
_Modelli Organizzativi 231
_Acquisizioni società
_Contenziosi gestionali interni o con Enti preposti
_Formazione